Tag Archives: mamma

La collana allattamento di Micol

28 Ago

​Buongiorno mamme, 

per una settimana saremo un po’ meno presenti perchè …. siamo al mare👙!!! 

Post velocissimo per condividere una scoperta recente: il mondo delle collane allattamento. Le ho scoperte sul blog Aliginunmondogreen in un momento in cui Micol era particolarmente agitata al seno: si guardava intorno, sbracciava, mi tirava i capelli, si appendeva alla mia pelle 😂😂😂 in preda alla scoperta visiva e tattile del mondo😂😂😂.

Cos’è una collana allattamento?

È una collana realizzata in materiali naturali che aiutano a catturare l’attenzione del bimbo mentre viene allattato, portato in fascia o in braccio. Evitando così alla mamma  pizzicotti vari, graffi e tirate di capelli… è utilissima per lo sviluppo sensoriale del bimbo e per la dentizione.

Ne ho voluta subito ordinare una per provare a catturare di nuovo la sua attenzione e far tornare le poppate serene come lo erano sempre state. Così mi sono precipitata sulla pagina Facebook consigliata nel blog Eco-collane allattamento e babywearing e mi sono sbizzarrita nel scegliere e personalizzare la collana per la mia piccola. Ovviamente sono collane fatte a mano e la ragazza è davvero gentilissima e super disponibile!

Micol la adora, ci si appende sempre, la mordicchia, la lego anche al passeggino quando siamo in giro e lei ci gioca.  

Sono proprio soddisfatta!!!

 Un bacione mamme, dalla vostra F., in diretta dalla Toscana 

Vi ricordiamo che ci trovate anche su Facebook alla pagina Mad For Shopping Instagram @fede_madforshopping @noe_madforshopping @ele_madforshopping

Annunci

Palestrina ikea: ci piace!!!

22 Ago

Ciao Mamme,

post velocissimo per condividere con voi la felicità di aver trovato qualcosa per intrattenere con successo la mia piccola Micol: la palestrina Ikea! Semplice ed economica  (circa 25 euro  link al sito )

Potete usarla a terra o al fasciatoio, utilizzo prediletto di Micol. 

Noi non abbiamo un vero e proprio fasciatoio, abbiamo una scrivania riadattata con un rialzo fatto su misura e il cuscino fasciatoio di Prenatal. La misura della palestrina calza a pennello!

Micol la adora. Ci gioca tantissimo e ora ha iniziato anche ad afferrare i vari anellini e giochini! Il cambio pannolino è diventato uno spasso per me, che la vedo sorridere e giocare, e per lei!

Vi saluto mamme, andiamo a fare la prima vaccinazione!

Un bacione, dalla vostra F. e dalla piccola Micol 

https://www.instagram.com/fede_madforshopping/

Vi ricordiamo che ci trovate anche su Facebook alla pagina Mad For Shopping Instagram @fede_madforshopping @noe_madforshopping @ele_madforshopping


Questione di nanna e a-mici pelosi 

17 Ago

Buongiorno Adorate, 

arrivo da una lunga notte fatta di calci e ciucciatine.  Si, Micol ha solo 3 mesi, ma scalcia come un cavallino, specialmente da quando ha imparato a fare il lombrico sul letto, usando tutto quello che trova per darsi la spinta. 

Il lettone ormai è suo. 

Ovviamente siamo equipaggiati con la famosa next to me, comprata dopo il fallimento del lettino ikea con sponda removibile 😂😂😂 poveri illusi

La nostra bimba dorme solo nel lettone, e vi dirò, che nonostante la scomodità apparente, è tanto bello averla con noi anche per la nanna.

Il nostro letto è diventato un posto magico dove si riunisce tutta la famiglia e dove tutta la famiglia conclude e ricomincia la giornata. 

In uno dei risvegli notturni, mentre lei ad occhietti chiusi mi ciuccettava, mi sono fermata ad ammirare la mia famiglia al completo tutta al mio fianco. Dal lato destro del letto, in ordine, io e Cracker, Micol, il suo coniglietto di peluche e il suo inseparabile amico Gedeone, il mio compagno e la nostra Popy su di lui. Sono rimasta a guardare la scena per 5 minuti e mi sono resa conto di quanto sono fortunata.  Ho tutto. Non mi manca niente.  Insieme siamo tutto. Non mi sono mai sentita così completa, amata e circondata da amore.

Da sinistra, Cracker, Gedeone e Popy

Micol ha 3 a-mici speciali e io ho 3 piccoli aiutanti, che seguono i suoi spostamenti tutto il giorno per casa e fanno a turno per supervisionare il cambio pannolino, il bagnetto, la sua pappa e la sua nanna.

In gravidanza mi chiedevo come avrebbero reagito i 2 principini e la principessina di casa all’arrivo di Micol e mai avrei potuto immaginarmi un’accoglienza così calda e premurosa. 

Cosa posso volere di più?

Il più piccolo dei mici, Gedeone, è il suo più fidato compagno di nanne.

Per oggi è tutto, il mio piccolo lombrico scalciante reclama la sua mamma ❤


F.

Mamma di Micol, Cracker, Gedeone e Popy.

https://www.instagram.com/fede_madforshopping/

Fascia elastica – Je Porte Mon Bebe

16 Ago

Buongiorno Adorate, 

Stamattina guardando Micol dormire beata mi sono ritrovata a pensare alle prime settimane a casa e a quanto piangeva!!! 😲E mi sono chiesta tra me e me ‘cosa potrebbe servire davvero ad una neomamma al momento del ritorno a casa?’

Seguendo la mia esperienza, avrete bisogno di sostegno prima di tutto. 

Sono orgogliosa e testarda e durante la gravidanza pensavo ‘non voglio nessuno ad aiutarmi, ce la farò da sola’. Ora mi viene da ridere se ci ripenso: la degenza in ospedale non è stata breve come previsto e dopo 7 giorni ero distrutta, una volta a casa mi sono sentita persa. Nessuno ti spiega cosa fare esattamente con un neonato, cosa di cui, per qualche bizzarro motivo, ero convinta in gravidanza, e quel famoso istinto materno che tanto attendevo tardava ad arrivare. Aiuto. Ho avuto con me il mio amore per i primi giorni e una amica per una settimana intera. E meno male!, così mi sono potuta riprendere e ho potuto recuperare le forze.

Ciò che mi ha realmente salvata nei giorni successivi è stata la fascia! 

Premetto che solo ora sto davvero scoprendo il mondo delle mamme canguro e c’è davvero tantissimo da scoprire. Non mi propongo quindi come una esperta, ma voglio fare con voi quello che una amica ha fatto con me: consigliarvi una fascia che con la mia bimba ha funzionato. 

Ricordo che quando decisi di comprare la prima fascia ero stanca a affaticata e ogni volta che mi imbattevo nei vari modelli e recensioni, rimanevo con una tale confusione in testa da lasciar perdere l’acquisto. Avevo bisogno di un aiuto deciso. 

Ed ecco, la mia eroina, Valeria che mi manda direttamente il link di Amazon per acquistare una fascia e un link YouTube per imparare a legarla. Voglio fare lo stesso con voi.


Ed ecco il link per la legatura triplo sostegno. Velocissima da imparare e davvero facile da fare da sola. Ovviamente ci sono un sacco di legature possibili, trovate i tutorial anche sul sito dell’azienda. Potete usarla fino ai 6kg circa.

Giuro, per me è stata una rivoluzione. Micol si addormentava in 30 secondi contanti e dormiva per ore e io avevo le mani libere. Ho usato tantissimo la fascia elastica per i primi due mesi e l’ho fatta usare anche al papi perché potesse avere quel contatto che tanto voleva con Micol. 

Portare in fascia trovo sia una scelta, uno stile di vita quasi, ma trovo che ci porti ad un contatto stupendo con i nostri bimbi. Li fa sentire protetti, come nel pancione e lo consiglio davvero.  Ora siamo passate al MeiTai e Micol o dorme o mi guarda sorridendo mentre la porto in giro.😍😍

Un bacione mammine, dalla vostra F. e dalla piccola Micol

https://www.instagram.com/fede_madforshopping/

La borsa mare di Micol – per la prima volta spiaggiati in 3

6 Ago

Buongiorno Neomamme,

come vanno le occhiaie?

Le mie sono migliorate un pochino nelle ultime due settimane. Due settimane di mare, nella bellissima Toscana, la prima vacanza in 3!

Con questo non voglio certo insinuare che viaggiare con la pupa sia stato rilassante😂, ma avere D. con noi h24 ha reso tutto indubbiamente più semplice! Due intere settimane senza saltare colazione o pranzo, due intere settimane con una doccia di quasi 10 minuti al giorno e addirittura la possibilità di sfogliare qualche rivista e guardare un bel film la sera sul divano abbracciati io e D.

Sì, perché l’aria di mare rendeva Micol una piccola zombie addormentata dalle 21 in poi.😎💪

Ma… torniamo al tema di questo post: cosa portare in spiaggia per i nostri piccoli amabili teppisti?

Premetto che non amo preparare i bagagli… ogni volta il mio cervello inizia ad elaborare tutti i possibili scenari, anche apocalittici, le possibili evenienze, le diverse temperature… e finisce che porto dietro casa.

Con il senno di poi, avrei potuto portare la metà delle cose 👎, ma non ho dimenticato niente! E il bicchiere ci piace sempre mezzo pieno!🖒

Vi propongo quindi  la mia lista di must have per la spiaggia premettendo che allatto esclusivamente al seno, che la mia piccola ha 3 mesi, e che amiamo le spiagge libere, niente sdraio o derivati.

Iniziamo:

  1. Primo su tutto: dimenticate quelle lunghissime giornate passate a crogiolarvi al sole e adottate la daily routine di vostra nonna. Le ore più calde le passerete spiaggiate a letto con lei alla puppa, se vi farà l’allegro favore di dormire almeno un po’. Abbiamo testato l’ombra delle pinete, ma il caldo la innervosiva. 
  2. Portate con voi tanta pazienza

Ora che l’essenziale è con voi, prendete una piccola borsetta e inserite:

  1. Pannolini in quantità (6). L’aria di mare a Micol fa un certo effetto. Ogni poppata ‘na cacata. Detto così, finemente. E se allattate al seno, proponetelo spesso così che possano idratarsi.
  2. Un paio di pannolini da piscina/mare per fare il bagnetto. N.B. ho scoperto al secondo pannolino, mio malgrado, che non tengono la pipi, ergo se non volete che siano loro a fare il bagno a voi, metteteli al momento giusto!😂Micol apprezza già il bagnetto nel mare, quindi per noi niente piscina. In alternativa, potete portare una piscinetta gonfiabile riempirla di acqua e lasciarla scaldare al sole. In questo caso ricordatevi un secchiello per riempirla!
  3. Salviettine 
  4. Asciugamano dove avvolgerli dopo il bagnetto!
  5. Crema solare protezione massima! ( ne ho testate 3, ve ne parlo nei prossimi post!)
  6. Bandana!Io ho trovato molto utile averne due: una di cotone e una del tessuto dei costumi per il bagnetto ( 5 Euro da Prenatal).
  7. Cappellino con visiera per le passeggiate ( protegge testolina e occhietti dal sole) e fascetta per coprire le orecchie nei gg super ventosi. Ovviamente per eccesso di zelo, avevo comprato degli occhiali da sole, ma la mia principessa li trova giustamente scomodi. 
  8. Magliettina di cotone. Micol in spiaggia stava con il costumino a mutandina o costumino intero sopra il pannolino, ovviamente più per vanità che per utilità 😂 . Pannolino e una maglietta, se cala un po’ la temperatura (stavamo in spiaggia dalle 17 alle 20.30 il pomeriggio) o dopo il bagnetto, sono l’essenziale.  
  9. Una bottiglietta di acqua del rubinetto per sciacquare le manine. Eh si, perché capitava che muovendosi sull’asciugamano si riempisse le mani di sabbia e poi trac! In bocca! 😂
  10. Marsupio ergonomico o fascia. Anche se a dir la verità … al mare finiva sempre per stare in braccio al suo papà, anche per lunghe passeggiate perché con la fascia facevamo la sauna, questo però è soggettivo. In ogni caso, per noi niente passeggino.

Che dire mamme ? 

Spero di essere stata utile a qualche neomamma, piena di dubbi, come lo ero io! 

Buone vacanze belle mamme!

Da F. per oggi è tutto !

https://www.instagram.com/fede_madforshopping/

Vi ricordiamo che ci trovate anche su Facebook alla pagina Mad For Shopping e su Instagram @fede_madforshopping @noe_madforshopping @ele_madforshopping 

MadForShopping bloggers CONTACTS

5 Ago

In attesa di sistemare il layout del nostro blog e i vari collegamenti, qui i nostri contatti:

Pagina Facebook: Mad For Shopping

https://m.facebook.com/fashionandbeautymilano/

Instagram:

NOE: @noe_madforshopping

https://www.instagram.com/noe_madforshopping/

ELE: @ele_madforshopping 

https://www.instagram.com/ele_madforshopping/

FEDE: @fede_madforshopping

https://www.instagram.com/fede_madforshopping/

Email: madforshoppingmilano@gmail.com 

Contattateci!

Perché piangi?

2 Ago

Buon pomeriggio Adorate,

ho pensato di raccontarvi un po’ della mia vita da neomamma, tanto bella e appagante quanto dura e stremante.

Durante la gravidanza, ero talmente focalizzata su quei nove mesi che tra i tanti libri e riviste comprate per l’occasione, non mi sono mai preoccupata di capire cosa sarebbe successo dopo. 9 mesi a documentarmi, settimana per settimana, su quello che stava accadendo nella mia pancia, senza mai rendermi davvero conto veramente che non sarei stata incinta per sempre. A un certo punto quell’esserino che rispondeva alle mie carezze sul pancione con dei vigorosi calcioni nelle costole, sarebbe diventato realtà.  Io questo lo sapevo, ma non riuscivo a immaginarlo. Mi chiedevo solo come sarebbe stato il parto e le mie paure si concentravano lì.

Micol nel pancione: 6 maggio 2016 – data presunta del parto

Poi… è arrivata lei. L’8 maggio alle 13.29, con un parto lampo, molto meno traumatico di come me lo ero immaginata per 9 mesi.

Non mi sono resa conto subito di essere diventata mamma, guardavo la mia piccola e guardavo la mia pancia …e ancora oggi mi capita di farlo e rimanere un po’ sbigottita. 

Ero convinta che l’istinto materno mi avrebbe subito investita come una luce divina e invece no! Mi sono maledetta per non aver letto niente in gravidanza quando avevo il tempo di farlo. Quindi… PANICO! 

Il primo cambio pannolino? Un disastro!

Ero nel bagno della mia stanza in ospedale con lei sul fasciatoio che gridava fino a perdere il fiato! E io …‘perché piangi ????’ E lei sempre più rossa e piangente! ‘Perché piangi???’ Ricordo la sensazione di panico che mi ha assalita e il pianto a dirotto che mi sono fatta in bagno con lei, finché la mia compagna di stanza non è arrivata in nostro soccorso.

Ecco, questo non era esattamente quello che mi ero immaginata in gravidanza

Il nostro è stato un inizio drammatico, fatto di pianti, paure e sconforto. Sull’allattamento poi, potrei scrivere un libro: quanto è stata dura iniziare, aspettare il latte, capirne i ritmi, correggere l’attacco, trovare il giusto equilibrio e il giusto appoggio e ascolto. Se solo mi fossi informata un pochino prima, forse un po’ di ansia post parto me la sarei risparmiata.

Con il senno di poi, dovendo scegliere una lettura per la gravidanza mi sentirei di consigliare vivamente questo libro

Tutto sull’allattamento naturale

Appena tornata dall’ospedale ho mandato Dario in Prenatal vicino casa a comprare di corsa biberon e latte artificiale… lui, il mio primo sostenitore, è tornato con questo libro, che ho letto tutto d’un fiato e che mi ha convinta a non mollare l’allattamento al seno che tanto desideravo. 

Sono passati quasi tre mesi e ogni giorno cresco e imparo con lei. E quasi sempre la domanda ‘perché piangi???’  fa da sfondo alle mie giornate, ma il panico non c’è più e quell’istinto materno che tanto aspettavo è arrivato e ogni giorno mi stupisco delle cose che conosco di lei e di ciò che imparo su di me occupandomi di lei. È un lavoro a tempo pieno, ma la scelta più appagante della mia vita. È come se la nuova vita avesse cancellato la vita precedente.  SIAMO DIVENTATI UNA FAMIGLIA. Non ricordo come fosse la vita preMicol, in soli 3 mesi ha riempito talmente tanto le nostre vite, il mio cuore e le mie giornate, che non potrei più immaginarmi senza di lei, e senza occhiaie

Delle volte vorrei stringerla così forte che ho paura di farle male. È un amore folle che cresce di giorno in giorno e inimmaginabile finché non ci sei dentro. È una parte di me e il ‘per sempre’ che sognavo da sempre. 

Micol e il suo peloso amico Gedeone

Nei prossimi post vorrei parlarvi delle mie scoperte da neomamma un po’ imbranata, ma ormai super informata, sperando di essere d’aiuto a qualche neomamma un po’ impacciata come me

A prestissimo 

F.

Ps: ci scusiamo se qualche collegamento ancora non funziona, ma ci stiamo lavorando. Vi ricordiamo che ci trovate anche su Facebook alla pagina Mad For shopping Instagram @fede_madforshopping @noe_madforshopping @ele_madforshopping 

A volte ritornano…e si moltiplicano!

31 Lug

Carissimo blog, 
qui la tua amata F., in ginocchio da te a porti le più umili scuse da parte di noi Moschettiere per averti illuso più volte e trascurato. Ogni giorno sembrava quello buono per riprendere a riempire le tue pagine, ogni giorno la frenesia dei tempi moderni ci allontanava da te. Quante volte ci siamo ritrovate a pensarti nostalgiche, rimandando di volta in volta il tuo nuovo inizio, sfogliando le tue pagine. Quanto erano belle e spensierate le serate tra noi amiche, calate in qualche tema, tra trucco e parrucco. Quanto erano belle le chiacchierate che precedevano un nuovo post. 

Ti racconto un po’ di me e degli ultimi due anni e mezzo e sono sicura perdonerai la mia assenza con un sorriso. 

Mi sono innamorata, per l’esattezza ri-innamorata dello stesso ragazzo che mi fece battere il cuore per la prima volta 10 anni fa e da quel giorno in poi ci sono stati mille cambiamenti, una vera rivoluzione, la più impavida ma appagante della mia vita. Due traslochi, tanto lavoro su di me,tanti corsi, un cambio di vita e… l’8 maggio 2016 ho ricevuto il dono più incredibile che una donna possa ricevere. Alle ore 13.29, nel giorno della Festa della Mamma, è nata la mia piccola Micol Emanuela, che riempie le mie giornate, e più di tutto il mio cuore … e il cuore delle sue zie Moschettiere!

Fede&Ele&Noe +Micol!

 Non temere, siamo tornate e siamo pronte a riempire nuovamente le tue giornate con i nostri post e tante novità.

La nostra Noe, ormai MUA affermata, ha tanti di quei prodotti di cui parlarti e trucchi da mostrarti che potremmo riempire un libro.

In quanto a me, scopro  e provo ogni giorno nuovi prodotti per la mia piccola che potrebbero essere molto utili ad altre neomamme!

Ci sentiamo presto caro amico, 

Con affetto

Tua F.

easymammablog

... e vivi con serenità l'esperienza più incredibile della vita!

DIARIO DI UNA MAMMA

Vita di una mamma (im)perfettamente normale

MM - MERIDIAN MAURA

MM - Meridian Maura, un nuovo stato mentale al di là di ogni tradizionale linea di longitudine. Dopo tutto il fuso orario è solo un'illusione.

Mamma mia!!!!

I miei pensieri, le mie esperienze... Racconti di vita vissuta da mamma di due bimbi ;)

diventeromamma

Mi merito un arcobaleno dopo tutta la pioggia che ho preso

Una mamma in volo!

Diario di bordo di una sfigata cronica... che ha voglia di cambiare

La guarigione comincia dal Cuore

Sapere dove si va, senza mai perdere il cammino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: